Ecosistema

Oggi la monocoltura prevale, con i pro e i contro che ne derivano. Quest’ultimi a scapito dell’ecosistema che ha visto progressivamente diminuire la superficie dedicata a boschi o ad altre coltivazioni. Da questa presa di coscienza la necessitа di un cambiamento per un’agricoltura in sintonia con la natura, con la terra e con gli uomini. 

I punti chiave del cambiamento orientato all’arricchimento dell’ecosistema consistono nel piantare alberi e piante diverse tra i filari, coltivare l’orto, costruire nidi per uccelli. In passato ricercavamo l’equilibrio del vigneto, ora per l’intero ecosistema. Per noi questo significa no diserbo chimico, no trattamenti antiparassitari sistemici, no trattamenti chimici o fertilizzanti. Inoltre, piantiamo orzo, avena e trifoglio tra I filari per rivitalizzare il terreno. Manteniamo il suolo soffice per non stressare le radici delle viti, usiamo corroboranti per ridurre l’impatto chimico e produciamo il nostro compost.

ortorivettogiugno_0081.jpg
ACQUA

È vita, è preziosa, è scarsa. È soprattutto un valore ed in quanto tale va rispettato e protetto. Per questo motivo ho deciso di ottimizzare l’uso delle acque del laghetto di raccolta con il ripristino di pozzi già esistenti in azienda e l’integrazione di vasche artificiali: il riciclo dell’acqua piovana destinata alle operazioni di cantina e di irrigo di orto e giardino andrà a tutela del valore idrico locale.

ORTO

Creare un orto è un’avventura meravigliosa. Scopri segreti che la vigna non ti rivela perchè ha altri ritmi, tempi ed esigenze. All’inizio un po’ inconsapevolmente ho riportato indietro nel tempo l’azienda, quando c’era più spazio per le colture destinate all’autoconsumo. In realtа è un altro modo di andare avanti.

Fragola
ortorivettogiugno_0044.jpg
ERBE

Le aromatiche vanno oltre la prospettiva del nutrimento: alimentano uomo e natura di benessere. Grazie agli oli essenziali che producono attirano insetti buoni e con il loro effetto antimicrobico sanificano l’ambiente.

Albero_e_Castello.JPG
ALBERI

Cerri, tassi, aceri, tigli, betulle, ippocastani, kaki, farnie, noci, querce. Alberi ad alto fusto e arbusti, alberi della regione e un Ginko, che della zona non и, ma и un albero antico, lento, forte, magico. Nel loro insieme rappresentano il sistema circolatorio dell’ambiente, un bacino che preserva la vita e rigenera l’ambiente grazie ai corridoi biologici che abbiamo creato in cui la macro fauna e i microorganismi possono muoversi liberamente.

INSETTI

Sono agenti molto speciali preposti al contenimento degli organismi nocivi ed alla proliferazione degli elementi positivi. Grazie alla predisposizione delle condizioni ad essi favorevoli torniamo ad osservare l’ape che bottina, emblema della fecondazione vitale per l’ecosistema.

Ape.JPG
18052615_10211218423249957_892220977_n.jpg
UCCELLI

Sono il simbolo della pluralità di specie che l’ambiente accoglie. Essa favorisce la stabilità in un sistema dinamico. Il nostro compito è accompagnare e favorire questa autoregolazione.

ortorivettogiugno_0081.jpg
ACQUA

È vita, è preziosa, è scarsa. È soprattutto un valore ed in quanto tale va rispettato e protetto. Per questo motivo ho deciso di ottimizzare l’uso delle acque del laghetto di raccolta con il ripristino di pozzi già esistenti in azienda e l’integrazione di vasche artificiali: il riciclo dell’acqua piovana destinata alle operazioni di cantina e di irrigo di orto e giardino andrà a tutela del valore idrico locale.

Fragola
ORTO

Creare un orto è un’avventura meravigliosa. Scopri segreti che la vigna non ti rivela perchè ha altri ritmi, tempi ed esigenze. All’inizio un po’ inconsapevolmente ho riportato indietro nel tempo l’azienda, quando c’era più spazio per le colture destinate all’autoconsumo. In realtа è un altro modo di andare avanti.

ortorivettogiugno_0044.jpg
ERBE

Le aromatiche vanno oltre la prospettiva del nutrimento: alimentano uomo e natura di benessere. Grazie agli oli essenziali che producono attirano insetti buoni e con il loro effetto antimicrobico sanificano l’ambiente.

Albero_e_Castello.JPG
ALBERI

Cerri, tassi, aceri, tigli, betulle, ippocastani, kaki, farnie, noci, querce. Alberi ad alto fusto e arbusti, alberi della regione e un Ginko, che della zona non и, ma и un albero antico, lento, forte, magico. Nel loro insieme rappresentano il sistema circolatorio dell’ambiente, un bacino che preserva la vita e rigenera l’ambiente grazie ai corridoi biologici che abbiamo creato in cui la macro fauna e i microorganismi possono muoversi liberamente.

Ape.JPG
INSETTI

Sono agenti molto speciali preposti al contenimento degli organismi nocivi ed alla proliferazione degli elementi positivi. Grazie alla predisposizione delle condizioni ad essi favorevoli torniamo ad osservare l’ape che bottina, emblema della fecondazione vitale per l’ecosistema.

18052615_10211218423249957_892220977_n.jpg
UCCELLI

Sono il simbolo della pluralità di specie che l’ambiente accoglie. Essa favorisce la stabilità in un sistema dinamico. Il nostro compito è accompagnare e favorire questa autoregolazione.